Il giro di giostra

Credimi, non è piacevole,
sentirsi ospiti in qualsiasi posto stai,
?la carovana di gitane e maghi, baracconi e ladri si riposa qua, oggi?;
ignoranza e falsità
le aprono la strada, puzzo acre di falò,
bruciano stracci e copertoni, suonano i violini,
ma alla festa io non ci sarò.

Polvere che si fa nera sulla pelle, a letto tra zanzare e stelle,
leggo un libro di poesie sognando donne gagi che vanno a ballare…

Credimi, non è facile,
sapersi libro che nessuno leggerà,
scoprire quanto sei sgradito dentro agli occhi dei vicini che ti schivano;
contemplare, silenzioso.
lo sbocciar di fiori nuovi dietro al campo,
accontentarsi dell’odore, trattenere il fiato per tenerlo ancora un poco in te.

Finchè, un bel giorno, pensi che quei fiori in fondo un poco t’appartengono,
se proprio non si fanno cogliere, li puoi strappare.

E fammelo fare quel giro di giostra,
son venuto apposta, a provare come si sta sopra di te,
fammi salire, che cosa ti costa,
se ti metti in mostra, non puoi pensare non ci si accorga di te,
lasciami fare.

Fidati, tra un po’ ti piacerà,
stai buona femmina, nessuno ascolterà se urli,
né verrà a salvarti, che da queste parti è meglio stare zitti e muti,
d’altro canto, questa Italia,
che si batte il petto la domenica mattina a messa
è frigida repressa, se confesso e piango pegno certo assolverà

Matrimonio combinato, tradizione antica cui mi adeguerò,
ma oggi ho voglia di svuotarmi ,delle sole mani non mi basterò.

E fammelo fare quel giro di giostra,
son venuto apposta, a provare come si sta, sopra di te,
fammi salire, che cosa ti costa,
se un pugno non basta
sarà il coltello, a ragionare con te,
lasciati fare…

Mamma, ma che cos’ho fatto,
gridano bastardo, ma non so chi è stato a fare questa pozza tutta rossa
sopra al pavimento, il corpo freddo addosso di chi è?

Ricordo di essermi trovato dentro a un bar del centro,
di aver chiesto a una ragazza sola un appuntamento
mi ha risposto solo ?sporco zingaro, ti sposti o no!?

Ho provato a dirle che l’avrei portata fuori, le avrei preso un fiore,
quella risata secca ho tanto mal di testa sento forte il battito del cuore

E fammelo fare quel giro di giostra….